Innanzi tutto grazie! A chi ci ha votato e ha creduto nel nostro progetto e anche a chi non ci ha votato, perché ci ha fatto capire che era necessario ripensarci profondamente. La coalizione ha preso atto del risultato e ognuno ha elaborato la propria analisi della situazione.

Per ora ci siamo ritrovati per parlarne in un piccolo gruppo. La settimana prossima si riuniranno le varie liste e poi ci troveremo insieme, tutti, di nuovo. Per parlare, confrontarci, per rinascere insieme. Per non perderci.

Un patrimonio da non disperdere

Perché questa nostra campagna elettorale ha avuto due meriti.

Il primo è far emergere tante proposte della gente, raccolte quartiere per quartiere, che anche da minoranza cercheremo di realizzare, perché ci interessa il bene della città.

Il secondo è formare una bellissima squadra di persone valide, volenterose, capaci, propositive, dinamiche composta dai 90 candidati e dai loro familiari, amici che si sono impegnati per noi.

Questo capitale umano e propositivo è prezioso e non va disperso. Insieme a queste persone, se lo vorranno, mi piacerebbe lavorare nei prossimi 5 anni per la città, organizzando incontri, iniziative e proponendo progetti che riterremo utili allo sviluppo della città e al benessere dei cittadini, che mi auguro il Consiglio comunale avrà l’equità di approvare.

Gli eletti in minoranza

A comporre la minoranza, a cui spettano 9 seggi, sarò io, Olindo Cervella (7.239 voti, pari al 41,04%), 5 consiglieri del Partito democratico, che si conferma il primo partito ad Alba, in virtù dei 3.811 voti assegnatigli e un consigliere per le altre tre liste civiche che componevano la nostra coalizione.

Per il Partito democratico ci saranno Alberto Gatto con i suoi 622 voti, che è il candidato con il maggior numero di preferenze in assoluto, Elena Di Liddo (243), Claudio Tibaldi (231), Ester Marello (198), Mario Marano (122).

Per Impegno per Alba (che ha ottenuto 1.136 voti), ci sarà Rosanna Martini (155), Alba Città per Vivere (1.101 voti) sarà rappresentata da Fabio Tripaldi (380), mentre Anna Chiara Cavallotto (112 voti) siederà in consiglio in rappresentanza della lista Con Cervella per Alba attiva e solidale (921).

Nei prossimi giorni

Carlo Bo, eletto sindaco, formerà la sua Giunta e convocherà il primo consiglio comunale, durante il quale, dopo aver esaminato le condizioni degli eletti, preso atto di eventuali rinunce e convalidati i surroganti, si procederà alla convalida degli eletti.

Nella stessa seduta verranno eletti il Presidente e i Vice Presidenti del Consiglio comunale.

Cosa faremo all’opposizione

Ci impegneremo a proporre idee e progetti, che crediamo utili al benessere della città. Ci opporremo con fermezza a ciò che non riterremo corretto e valido. Vigileremo, affinché ogni procedura, ogni incarico, ogni progetto risponda ai requisiti di trasparenza, correttezza, efficacia e legalità.

Nell’intento di essere piena rappresentanza dei cittadini e anche delle liste che, non avendo raggiunto la soglia minima, non hanno potuto esprimere rappresentanti nel Consiglio comunale.

Olindo Cervella