Alle 7.30, mattiniero come sempre, Olindo Cervella era già al seggio numero 14 a Mussotto, per votare.

Qualche battuta scambiata con presidente, segretario e scrutatori e poi è entrato nella cabina numero tre. “Porta bene”, ha detto.

Dopo aver inserito le schede nelle urne, ha dichiarato: “Vorrei ringraziare Alba, che tante opportunità mi ha offerto. Spero di potermi sdebitare attraverso il mio impegno. Vorrei ringraziare anche le magnifiche persone che mi hanno affiancato e sostenuto, hanno condiviso le mie idee e ne hanno suggerite altre.

A tutti vorrei rinnovare il mio invito ad andare a votare. A farlo con attenzione e spirito critico, badando alla propositività, alla serietà, alla trasparenza e alla concretezza delle persone. Votare ci permette di esprimere le nostre preferenze e poi chiedere conto agli amministratori, se questi non hanno ottemperato alle promesse. Votare con coscienza è un grande esercizio di potere e libertà, perché ogni voto conta per fare la differenza. E insieme possiamo farla!”